W A L K A B O U T

Posts Tagged ‘food

La primavera è arrivata! Speriamo che non sia uno scherzo… Io intanto mi sono buttata su una ricetta primaverile e invece che portare in dono la solita torta, mi sono presentata per una merenda in casa di amici con un bel vassoio di bignè con crema alla fragola e glassa alla limetta. Al contrario di quello che molti pensano i bignè non sono tanto difficili da fare. Certo sono un po’ macchinosi perché si deve preparare l’impasto, poi il ripieno, la glassa… ma il risultato è piacevolissimo e in questa stagione si possono usare tanti frutti per riempirli di sapori diversi che soddisfino tutti i palati!
Oddio, sento il colesterolo che sale mentre scrivo questa ricetta…
Leggi il seguito di questo post »

palle_hulk.jpgNon so come chiamare esattamente il risultato di questa ricetta. Qualcuno li chiamerebbe gnocchi, ma la quantità di farina non giustifica un tale sostantivo. Nella casa in cui le ho viste fare le chiamano semplicemente “pallette” e consistono, fondamentalmente, in un morbido impasto di spinaci e ricotta fatto a pallette, poi cotte in acqua bollente. Il ripieno dei ravioli senza la pasta intorno, insomma. Qualcuno dice “la parte più buona del raviolo”. Da parte sua, lo Slavo, le ha ribattezzate “palle di Hulk”. In fondo perché Mozart deve avere le sue e Hulk no?
Trattasi comunque di una ricetta leggera e sfiziosa da abbinare ad un sugo di pomodoro semplice e una generosa manciata di parmigiano reggiano. Nella versione che vedete in foto non ho usato la menta, ma se vi piace…
Leggi il seguito di questo post »

torta_pomodorierosmarino.jpgEccomi di ritorno da una settimana infernale a riproporre, nuovamente, una torta salata. Questa è veramente semplice e veloce, e può essere usata, come al solito, sia come antipasto che come secondo. In ogni caso un buon accompagnamento potrebbe essere un’insalata di songino (o valeriana, o come la chiamate voi) e olive nere al forno. Ottima tiepida o calda (da evitare assolutamente fredda) e abbinata ad un buon bicchiere di Sauvignon del Collio. Leggi il seguito di questo post »

plum_cake_amarene_limetta.jpgNon so se esiste qualcuno sulla terra a cui non piacciono i plumcake. Esiste?
Comunque sia quella persona non sono io: li mangio dolci, salati, anche agrodolci! In questi giorni, visto che la primavera sembrava alle porte, avevo voglia di un dolce un po’ frizzantino e allora ho pensato di abbinare le limette alle amarene sfruttando le sauer kirschen disidratate di cui mi riforniscono abbondantemente nelle mie gite austriache e tedesche.
Il risultato è un plumcake fresco e profumato di cui ho assaggiato (embè) innumerevoli fette… Leggi il seguito di questo post »

chapati.jpgVado pazza per il pane indiano, nonostante debba resistere alle continue vessazioni degli amici che, tra il serio e il faceto, sostengono che sia fondamentalmente una piadina e quindi non c’era bisogno di andare a prendere la ricetta fino in India. Naturalmente sia il Chapati che il Naan (quello che solitamente si trova nei ristoranti indiani) non sono nemmeno simili ad un piadina e basta provare a prepararli per saperlo! In futuro posterò anche la ricetta del naan, ma iniziamo con il chapati che è più semplice. Tale pane va servito ancora caldo, ed è piacevolissimo soprattutto se accompagna una preparazione di carne o di pesce nella quale ci sia un po’ di salsina nella quale immergerloLeggi il seguito di questo post »

polpo_patate.jpgQuesta ricetta è una rivisitazione della classica insalata di polpo e patate che, se fatta in porzioni mignon può essere un buon antipasto, mentre abbondante è un secondo di tutto rispetto. Va servita tiepida e abbinata ad un vino bianco profumato come il Gewurztraminer, oppure, come io preferisco, ad una Falanghina o ad un Greco di Tufo. Il tocco particolare è dato dall’emulsione di aceto balsamico e olio usata per condirla e se viene preparata con polpo fresco (per chi ha la fortuna di poterlo reperire) è davvero ottima. In questa versione ho preparato un nido di patate, ma quando ho più tempo uso il coppapasta per fare più strati e il tutto risulta un po’ più… “chic”, diciamo.
Leggi il seguito di questo post »

torta-carote-nocciole.jpgDopo aver provato e riprovato mille ricette di torta alle carote, un paio di anni fa ho trovato la ricetta perfetta.
A testimonianza che in casa mia i classici vanno sempre, ecco la ricetta in questione che dà vita ad una profumata torta di carote e nocciole, ottima per la colazione, ma anche per merende fuori programma o per chiudere un pasto in bellezza. Questa torta l’ho fatta, rifatta e strafatta decine di volte e in decine di occasioni. Devo dire che non mi ha mai deluso e che è sempre stata apprezzata… e poi mentre cuoce emana un piacevole profumo di biscotto che si combina con la morbidezza di una torta… Leggi il seguito di questo post »



  • streetdirectory: Aw, this was a really good post. Spending some time and actual effort to create a top notch article… but what can I say… I hesitate a lot and
  • genka koleva: siamo 2011 ho preparato anatra cosi come e scrito,e venuta bonisima.provate.grazie bacioni,e Buon natale a tutti
  • Adriana: Sono cresciuta a Livorno e mamma li ha sempre fatti chiamandoli ravioli di ricotta e spinaci, gli altri, quelli con la pasta intorno li chiamiamo tort