W A L K A B O U T

Pollo tandoori con crema di yogurt e basilico

Posted on: aprile 22, 2008

Viaggi, lavoro, matrimoni, influenza… per fortuna che aprile è quasi finito! E mentre spero in un maggio più caldo e soleggiato, posto la ricetta del pollo tandoori, che con tutte le sue spezie ti fa risvegliare di colpo e mette di buon umore anche quando piove. Il segreto del tandoori è la sua marinatura che in realtà in India veniva usata quando non c’era la possibilità di conservare la carne e spesso si doveva coprire il cattivo odore con questo insieme di spezie e yogurt.
La ricetta che segue è quella classica tranne che per un particolare: il colorante. Il pollo tandoori di solito è rosso, ma non per un particolare ingrediente, bensì per il colorante che viene incluso nella marinata. Non trovandolo indispensabile io non lo uso mai, ma se volete il rosso…
Io abbino al pollo tandoori una crema di yogurt perchè ne allegerisce il piccante e rende la preparazione più fresca grazie al basilico.

 

 

 

Ingredienti (4 persone)

Per il tandoori
1,3/1,5 kg di cosce di pollo senza pelle (in alternativa anche il pollo intero, poi tagliato a pezzi)
3 cucchiaini di succo di lime
1 cipolla piccola
3 cucchiaini di tandoori masala
2 cucchiaini di garam masala (vedi la ricetta qui)
2 cm di radice di zenzero fresca
350 ml di yogurt naturale non zuccherato
sale

Per la crema di yogurt
125 gr di yougurt naturale non zuccherato
10 foglie di basilico
qualche goccia di olio d’oliva
2 cucchiai di panna da cucina

Per il tandoori masala:
Polverizzare in un macinino o nel mortaio 3 cucchiaini di semi di cumino e 3 di semi di coriandolo, aggiungere 3 cucchiaini di pepe di Caienna (riducete questa quantità se a casa avete peperoncino molto piccante). Quello che avanza dalla preparazione può essere conservato in un contenitore ermetico per un paio di mesi.

Preparazione: Lavare il pollo ed asciugarlo accuratamente. Incidere le cosce in tre punti con dei tagli traversali non troppo profondi. Adagiare le cosce così preparate in una pirofila e cospargerle con il succo di lime e il sale.
A parte mettere nel mixer la cipolla, i masala, lo zenzero tagliato a rondelle, lo yogurt, poco sale e centrifugare fino a quando non si ottiene un composto omogeneo e spumoso.
Versare il composto sul pollo facendo in modo che lo ricopra bene, coprire con pellicola e tenere in frigorifero almeno per 6 ore (meglio una notte intera).

Cottura: Portare il forno a 200°C, levare dalle cosce la marinatura in eccesso e sistemarle in una nuova pirofila. Cuocere per 20-30 minuti finché la carne è tenera e quando ha preso un bel colore.
Servire caldo con una lingua di crema di yogurt preparata con lo yogurt, la panna, il basilico tritato e qualche goccia d’olio. (Che sia ben fresca quando la portate a tavola).

Annunci

2 Risposte to "Pollo tandoori con crema di yogurt e basilico"

mai mangiato! ma l’aspetto è super-invitante e..il pollo è la mia specialità! 😉

Se il pollo è la tua specialità non c’è dubbio che tu debba provare a farlo tandoori. La cosa più complicata sono le miscele di spezie, ma visto le ricette sul tuo blog non dovrebbero essere un problema! Se lo provi fammi sapere com’è andata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


  • streetdirectory: Aw, this was a really good post. Spending some time and actual effort to create a top notch article… but what can I say… I hesitate a lot and
  • genka koleva: siamo 2011 ho preparato anatra cosi come e scrito,e venuta bonisima.provate.grazie bacioni,e Buon natale a tutti
  • Adriana: Sono cresciuta a Livorno e mamma li ha sempre fatti chiamandoli ravioli di ricotta e spinaci, gli altri, quelli con la pasta intorno li chiamiamo tort
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: