W A L K A B O U T

Zuppa di fagioli al rosmarino

Posted on: marzo 11, 2008

pastone_fagiolone.jpgPurtroppo ho un cattivo rapporto con i legumi. Non che non trovi che lenticchie, fagioli, fagiolini, ceci, fave e via dicendo non siano buoni, ma la natura mi ha fornito di un’atavica intolleranza ai legumi, il che li ha – di fatto – allontanati quasi totalmente dalla mia alimentazione. A casa, però, a bilanciare il mio quasi totale rifiuto per queste tenerezze vegetali, c’è lo Slavo, che non solo ne è un grande estimatore, ma si diverte a cucinarle in mille salse sostituendo così (almeno ogni tanto) qualche fetta sanguinolenta di carne con proteine vegetali. I profumi delle sue zuppe sono molto invitanti e non nego di assaggiarne anch’io qualche cucchiaiata ogni tanto. Questa che vedete nella foto è l’ultima sua creatura, profumatissima, che ha ribattezzato con il nome di “pastone fagiolone”. Le dosi dipendono dalle persone che mangeranno per cui non le indico. In ogni caso se avete esagerato è possibile congelare quel che avanza. In ultimo: tenete in considerazione che ogni cucchiaiata di zuppa si trasformerà neanche troppo magicamente in gas, almeno per tutta la giornata successiva alla digestione…

 

 

 

Ingredienti
fagioli secchi (bianchi, di Spagna, o Corona)
una fetta di lardo o pancetta grassa
pelati
cipolla rossa
aglio
rosmarino (abbondante)
peperoncino
un goccio di vino rosso
pasta corta qb

Dopo aver lasciato in ammollo i fagioli per 8/12 ore, sciacquarli più volte per eliminare tutte le impurità e metterli a bollire in una casseruola (coprendoli completamente d’acqua) con uno spicchio d’aglio. Dovranno cuocere in tutto un paio d’ore quindi misurate di conseguenza l’acqua.
Quando sono a metà cottura (quindi dopo circa un’ora), in un’altra casseruola far soffriggere il lardo a pezzetti e quando il grasso ha sudato, aggiungere il trito di cipolla, il rosmarino, un peperoncino e un goccio di vino rosso. Far rosolare e poi aggiungere un mestolo d’acqua di cottura dei fagioli e i pelati passati. Prelevare qualche cucchiaiata di fagioli, aggiungerli alla salsa di pomodoro e schiacciarli fino ad ottenere un composto piuttosto denso.
Dopo qualche minuto aggiungere la salsa ottenuta ai fagioli e procedere con la cottura a fuoco medio. Aggiungere acqua se necessario, lasciare scoperta la casseruola se avete esagerato.
Quando mancano una decina di minuti alla fine della cottura dei fagioli aggiungere la pasta scelta e portare a cottura. Impiattare aggiungendo, se vi piace, una grattata di pecorino romano.
Mmhhh che profumino… buon appetito e attenti agli sfiati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


  • streetdirectory: Aw, this was a really good post. Spending some time and actual effort to create a top notch article… but what can I say… I hesitate a lot and
  • genka koleva: siamo 2011 ho preparato anatra cosi come e scrito,e venuta bonisima.provate.grazie bacioni,e Buon natale a tutti
  • Adriana: Sono cresciuta a Livorno e mamma li ha sempre fatti chiamandoli ravioli di ricotta e spinaci, gli altri, quelli con la pasta intorno li chiamiamo tort
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: