W A L K A B O U T

Torta salata di catalogna al timo

Posted on: febbraio 28, 2008

torta_salata_catalogna.jpgAmo particolarmente le torte salate perché sono allegre, facili da preparare (la maggior parte delle volte) e molto gustose. Le uso spesso a tavola e spero di riuscire a mettere qualcuna delle mie ricette anche su questo blog. Per questa che vedete nella foto ho usato un ingrediente che mi piace particolarmente: la catalogna. Spesso snobbata per il suo sapore amaro, la catalogna (che appartiene alla famiglia delle cicorie) ha molte virtù, tra cui quella di stimolare la digestione, depurare il fegato e molti sali minerali! In più, quando l’amaro svanisce si riscoprono piacevolmente tutti i sapori che le stanno intorno…

 

 

 

 

 

 

Ingredienti

Per la base:

250 di farina
1 tuorlo
tre cucchiai di olio d’oliva
2 cucchiaini di timo
sale

Per il ripieno:

2 cespi di catalogna
3 uova
30 gr di lardo al pepe rosa
una manciata di olive nere al forno
uno spicchio d’aglio
50 gr di caciottella toscana
poco pan grattato

 

 

Preparare la base: su una spianatoia setacciare la farina a fontana, aggiungere il tuorlo, un pizzico abbondante di sale, l’olio e il timo. Impastare fino ad ottenere una palla omogenea e liscia che lascerete risposare coperta per mezz’ora. Se l’impasto risultasse troppo duro aggiungere poca acqua tiepida.

Il ripieno: mondare, lavare e tagliare non troppo finemente la catalogna. Mettere poco olio in una padella, farvi imbiondire l’aglio e aggiungere il lardo tagliato a dadini. Una volta che gli ingredienti sono ben rosolati, togliere l’aglio e aggiungere la catalogna. Aggiustare di sale e lasciar cuocere per una decina di minuti.
Aggiungere alla catalogna la caciottella tagliata a dadini e le olive (private del nocciolo) tritate grossolanamente.

Assemblaggio: stendere in una teglia la pasta al timo in una sfoglia sottile, distribuire sul fondo un poco di pan grattato e poi il ripieno, livellandolo. A parte sbattere le uova energicamente, aggiungere poco sale e pepe arcobaleno e versare sul ripieno.

Cottura: in forno a 180°C già caldo per circa 30 minuti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


  • streetdirectory: Aw, this was a really good post. Spending some time and actual effort to create a top notch article… but what can I say… I hesitate a lot and
  • genka koleva: siamo 2011 ho preparato anatra cosi come e scrito,e venuta bonisima.provate.grazie bacioni,e Buon natale a tutti
  • Adriana: Sono cresciuta a Livorno e mamma li ha sempre fatti chiamandoli ravioli di ricotta e spinaci, gli altri, quelli con la pasta intorno li chiamiamo tort
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: