W A L K A B O U T

I padroni delle città

Posted on: febbraio 19, 2008

maltese.jpgIn queste settimane, da Feltrinelli capeggia dappertutto l’ultimo libro di Curzio Maltese I padroni delle città, edito appunto da Feltrinelli.

Cito la quarta di copertina: “Perché le città? Perché sono le nostre patrie. L’Italia non è mai riuscita ad essere per gli italiani quello che Venezia, Genova, Roma, Firenze, Napoli, Palermo, Torino, Milano sono state e sono ancora per veneziani, genovesi, romani, fiorentini, napoletani, palermitani, torinesi, milanesi e per il resto del mondo. L’italiano, diceva Ennio Flaiano, quando si ricorda d’essere italiano diventa subito fascista”.

Beh, con questa citazione, le promesse velate di spiegarmi “il perché”, il libro di viaggio e per il fatto che era Maltese (Gazzetta dello Sport – La Stampa – Repubblica), l’ho comprato: 14 Euro in edizione radical chic (un’economica con qualche vezzo che per questo non è più economica). Forse mi sono lasciata trascinare dal marketing.
Storie di viaggi, la mitica cinquecento, Palermo, Venezia, ma anche Ancona, Rimini, Perugia, Bari…
L’ho solo sfogliato, per ora, letto a stralci diciamo, e sono rimasta un po’ delusa. 185 pagine di belle descrizioni delle sensazioni nelle città, curiosi aneddoti, qualche citazione, ben scritto, ma il tentativo di emulare Paolo Rumiz non è riuscito un granché.

Il suddetto giornalista/scrittore, famoso soprattutto per la sua cronaca dai Balcani, ha infatti pubblicato l’anno scorso La leggenda dei Monti naviganti, un viaggio nello sconosciuto Appennino a bordo di una vecchia utilitaria. Da leggere obbligatoriamente se si ama la montagna. Prima ancora E’ Oriente o Tre uomini in bicicletta (storia in bici di tre matti daTrieste a Istanbul) e molto altro. Un viaggiatore, insomma.

In confronto ai suoi, il viaggio di Maltese, sorry, sembra ben poca cosa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


  • streetdirectory: Aw, this was a really good post. Spending some time and actual effort to create a top notch article… but what can I say… I hesitate a lot and
  • genka koleva: siamo 2011 ho preparato anatra cosi come e scrito,e venuta bonisima.provate.grazie bacioni,e Buon natale a tutti
  • Adriana: Sono cresciuta a Livorno e mamma li ha sempre fatti chiamandoli ravioli di ricotta e spinaci, gli altri, quelli con la pasta intorno li chiamiamo tort
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: